Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Member L'avatar di nicscics
    Data Registrazione
    02-01-2003
    Località
    Sanremo
    Messaggi
    55

    Interpretare i messaggi di errore nel kernel32.dll (parte 2)

    La reinstallazione del sistema operativo non è sempre la soluzione definitiva, in quanto gli errori di paginazione possono essere causati anche da problemi hardware, come abbiamo già visto. La stessa Microsoft ritiene che quella di reinstallare Windows non sia la soluzione di tutti i mali. C' è da dire però che se, durante il setup si verificassero altri "malfunzionamenti", beh, allora vi hanno rifilato un pc che ha dei seri problemi. Gli errori di setup, di norma non intervengono all'inizio del processo, ma verso la fine dello stesso, quando il sistema inizia la configurazione dei parametri software/hardware. Se il processo si arresta, potete tentare di resettare il computer. In questo caso, se siete fortunati, Windows ricomincerà da dove si era interrotto. Se la macchina non risponde, allora avete la risposta: non era un problema software.

    Prima di decidere di reinstallare Windows, per qualsiasi ragione, dovreste leggere le prossime righe…



    Reinstallare Windows senza perdere i vostri dati

    Prima di tutto, dovete essere assolutamente sicuri della necessità di reinstallare Windows. Spesso la sostituzione del sistema operativo, previa formattazione del disco rigido, non è l'unica soluzione. Esiste purtroppo una quantità enorme di rivenditori-assemblatori improvvisati, spesso incompetenti sino al midollo osseo e dunque essi, di fronte a problemi minimi, risolvono dichiarando: "Bisogna formattare". Diffidate di tale superficialità, e non affidate il vostro pc a mani così maldestre, poiché nel 90% dei casi vi ritroverete con mesi di lavoro persi (l'assemblatore non è legalmente responsabile per la perdita di dati da voi archiviati). Se siete in grado di cavarvela da soli, con prudenza ed una buona dose di pazienza, i risultati potranno essere meno devastanti! Ricordatevi che reinstallare Windows non è la soluzione di tutti i mali.

    Ma torniamo al nocciolo dell'argomento. Non volete più perdere i vostri dati importanti? Volete affrontare la reinstallazione di Windows come una routine senza impatti negativi sul vostro lavoro? Adottate le partizioni!

    Il modo più veloce per partizionare un disco, anche se come metodo è un po' ostico, visto che non è supportato da nessuna interfaccia grafica, è FDISK, programma che lavora in DOS puro, ma che vi metterà in condizioni di creare più partizioni in pochi minuti. Considerate comunque che il programma DOS FDISK non permette di conservare i dati presenti su disco. Fa praticamente tabula rasa!

    In alternativa, anche al fine di effettuare partizioni senza perdere i dati archiviati sull'Hard Disk, potete adoperare Partition Magic della Powerquest, ma questo vi costa un ragguardevole esborso di denaro e richiede molto tempo in termini di esecuzione dei file batch che presiedono all'intera procedura.

    Windows permette a mani esperte di essere plasmato a proprio piacimento. Se dopo la realizzazione delle partizioni, faremo in modo che esso salvi ad esempio la Rubrica di Outlook Express, i messaggi di posta, i preferiti e quant'altro, su partizioni destinate all'archiviazione dei dati e distinte dalla primaria (C:\) dove sarà logicamente installato il sistema operativo, formattare e recuperare un sistema funzionante da file immagine (vedi Drive Image), sarà un'operazione che occuperà dieci minuti in totale e non richiederà nessun intervento, ne prima, né dopo, per l'archiviazione o il recupero dei file importanti. E' ovvio che la partizione atta al ricovero dei dati di lavoro dovrà essere organizzata in modo tale da contenere in directory distinte tutti i documenti di Word, Excel, Bryce, Flash, Immagini ecc. Ordine! Sul computer come nella propria stanza! I dischi rigidi sempre più capienti richiedono obbligatoriamente una organizzazione in partizioni, al fine di evitare spazio sprecato su disco (Più è grande l'Hard Disk, più sono grandi i clusters, maggiore sarà lo spazio non utilizzabile, il cosiddetto "wasted space"), inoltre l'enorme quantità di dati archiviabili sarà sempre più difficile da rintracciare a distanza di tempo, se non organizzeremo il nostro pc come l'ufficio di una diligente segretaria. Ma ce ne sono segretarie diligenti?


    Perché in Windows 2000 ed XP non esistono kernel32.dll crashes?

    Un aggiornamento a Windows 2000 o XP può, alle volte, essere conveniente… Bisogna dire che questa scelta si paga con un generale calo delle prestazioni a parità di macchina, eppoi non è del tutto vero che Windows 2000 e Windows XP siano più stabili. In certe condizioni anche in questi OS le applicazioni si bloccano, per cui non me la sentirei di consigliare a cuor sereno un upgrade a Windows 2000 o XP. Una cosa è certa: se vorrete passare ad uno di questi due sistemi operativi, non più basati sul vecchio kernel32, vi sconsiglio vivamente di operare l'aggiornamento dal vecchio OS, perché il pc sarà molto più lento che in un upgrade radicale (a disco formattato) e più instabile, visto che alcuni errori del precedente Windows potrebbero non essere stati risolti egregiamente, inoltre molti applicativi non saranno più funzionanti, per ovvii motivi di compatibilità.

    Nella famiglia NT, di cui fanno parte le diverse versioni di Windows 2000 e Windows XP, il kernel32.dll file è un componente (API) ovvero Application Programming Interface, il quale viene richiamato dalle applicazioni durante il loro funzionamento. In Windows 9x, il kernel32.dll rappresenta invece il cuore del sistema (core component) che provvede, come intuibile, al funzionamento dell'intero sistema operativo. In Windows 2000/XP il componente centrale è rappresentato dal file Ntoskrnl.exe. Questo file gestisce l'OS, ma non viene richiamato dalle diverse applicazioni. Se un programma adopera una routine di basso livello, questa funziona adoperando il kernel32.dll, laddove però non "gira" il sistema operativo.

    Un "kernel crash" in Windows9x e Windows ME è un crash nel kernel32.dll, un crash in Windows 2000/XP è un crash in Ntoskrnl.exe. In Win9x e WinMe, un crash nel kernel32.dll interessa anche il sistema. Dato che Windows 2000/XP sono OS completamente diversi dai precedenti, i processi di funzionamento delle applicazioni e del sistema operativo sono separati, ragione per cui il file Ntoskrnl.exe risulta più protetto rispetto ai sistemi non NT. I processi di funzionamento separati "Kernel" e "utente" sono esclusivi di Windows 2000/XP. Questa architettura rende difficile un crash che dall'applicazione si "propaghi" al sistema. Win98 e WinMe adoperano il "kernel mode" e "user mode" in modo interattivo, per cui un crash di programma interferisce spesso col corretto funzionamento del sistema.

    Questo non significa che Windows 2000/XP siano avulsi da crashes, ma, in ogni caso, questi non interessano il kernel32.dll.

    Conclusioni

    Difficile orientarsi, lo ammetto, ma alla luce dei chiarimenti esposti, risulta chiaro che i motivi che risiedono nei kernel crash, possono essere molteplici. Da quì, almeno, non sarete costretti nel procedere alla cieca. Forse, un controllo scrupoloso vi permetterà di risolvere l'arcano.

    © Rosario Marcianò
    Ultima modifica di nicscics; 07-01-2003 alle 17.31.55

  2. #2
    Software Zone Fanatic L'avatar di Antares
    Data Registrazione
    03-08-2001
    Località
    Toscana
    Messaggi
    11.244
    E' nostra abitudine postare la fonte dei tricks, sarebbe gradito se lo facessi anche te.

  3. #3
    Member L'avatar di nicscics
    Data Registrazione
    02-01-2003
    Località
    Sanremo
    Messaggi
    55
    Messaggio scritto da Antares
    E' nostra abitudine postare la fonte dei tricks, sarebbe gradito se lo facessi anche te.
    La fonte è farina del mio sacco.
    ::. Clean-XP .:: - Il 90% dei problemi di un PC sta tra la tastiera e la sedia ... senza offesa per la tastiera.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •